The Daily Puppy

venerdì 22 luglio 2011

La giornataccia...

Ehilà!! Come vi va? Spero bene. Come promesso ecco il post con Aral protagonista. Sono certa che prima o poi assumerò un correttore di bozze... comunque, by the way, tonikaku (che vogliono dire la stessa cosa ma fa fine e non impegna) a tutti capitano le così dette 'giornate no' vero? I personaggi di una storia non sono mica diversi! O forse.... si?? Voi che ne pensate?

Le lezioni finivano troppo presto secondo la mia modesta opinione in quest’accademia, ma se erano finite, io non potevo farci proprio un bel niente, pensai mentre migravamo in cortile.
“Sono d’accordo. Sono chiari e sintetici non come quelle ca…”
“Oh! Il grande Keichi che parla! Raro evento! Andiamo in caffetteria? Offro io…”
“Scusa Aral, delle ragazze mi hanno chiesto…”
“Di uscire con loro – terminai per lui – e non puoi certo dire di no a quelle gattine!” il suo viso si illuminò, misto di compiacimento e divertimento,
“Aral. Tu sì che mi capisci anche senza leggermi nel pensiero! Ci vediamo per cena.”
‘Sempre se non mi dai buca…’ pensai acido.
Rimasto solo pensai di esplorare i dintorni dell’Accademia per passare il tempo ed ambientarmi. Passai per la Sala d’allenamento: la Sfera era vuota e un docente che non avevo mai visto, stava spiegando in maniera concitata, per quella che doveva essere l’ennesima volta, un esercizio di arti marziali per me incomprensibile a dei ragazzi del secondo,
“Forza ragazzi!! Un po’ di brio! Un mio allievo eseguiva questi esercizi senza problemi al primo!”
“Ma signore! Li è un caso a parte!!” dissero in coro… evidentemente erano abituati a ricevere tali precisazioni. Lui risposte con un candore disarmante:
“Niente ma e fate. L’unico modo per riuscire è lavorare duramente! Ah, Li. Quel gran ragazzo! Dovreste prendere esempio piuttosto!”
Perplesso mi diressi al laboratorio di magia. Quello era il mio campo ed ero sicuro di capirci molto di più.
Al mio arrivo vidi una professoressa austera con gli occhiali che sospirava dopo aver constatato che dei miei sempai non riuscivano ad eseguire con successo una magia chiamata simulacro al 60%. Anche io riuscivo ad eseguirla, benché solo al 40%. Essa consisteva nell’imbrigliare la propria energia magica e darle forma, a propria immagine e somiglianza, con una percentuale variabile delle abilità del mago.
“Forza ragazzi, il 60, non il 50… come ve lo devo dire? C’è chi ci riesce al 75% ed è più giovane di voi! Non vorrete sfigurare! E voi con quegli insetti! Devono proteggervi, non esservi d’intralcio! C’è chi ci è riuscito in seconda! Più grandi, più controllo!” sospirò, delusa.
“Professoressa! Kagurazawa e Lent sono casi particolari!” dissero esausti i sempai.
“Quei ragazzi non c’entrano ora. La pigrizia non è una scusa, forza! Ancora una volta.” Replicò gelida. Io ero sconvolto: com’era possibile che qualcuno della mia stessa età riuscisse ad eseguire la mia stessa magia ma quasi al doppio della potenza? E c’era riuscita l’anno scorso? Cioè, mentre io mi ammazzavo di allenamento per raggiungere il mio 40%, costui o costei aveva già raggiunto il 75%? Ma chi erano questi?
Me ne andai da lì indignato e raggiunsi il campo di allenamento degli evocatori. Era grande, all’aria aperta e circondato da una barriera magica molto potente.
Sentii la voce della professoressa che mi aveva appena fatto lezione (Ghenzy o qualcosa del genere), era pacata ma trasudava impazienza:
“Ragazzi, è uno degli spiriti più facili da evocare! Voglio dire è un Curbankle! Siete al secondo, come pensate di passare al terzo con un solo spirito? Ragazzi miei non vi chiedo di presentarvi all’esame di ammissione con 4 spiriti, cosa tra l’altro successa, ma pretendo almeno due spiriti per passare al terzo anno!” c’era decisamente qualcosa che non quadrava…
“Ma prof! Keber è un caso particolare!”
“Non mi sembra di avervi chiesto di essere come lei infatti”. Ma che diavolo era oggi? L’ Anche-se-ci-alleniamo-allo-stremo-non-raggiungeremo-mai-i-casi-particolari day?


Che ve ne pare? Non è tutta la giornata, per quella dovrete aspettare il prossimo post: 'Quel fatidico pomeriggio di fine inverno'!
Al prossimo post! Ciaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaoooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!

Nessun commento:

Posta un commento