The Daily Puppy

domenica 17 aprile 2011

Il combattimento.

Thank you for the praise, i'm very happy and surprised that you understand italian! I'm so very happy XD!!! Maybe I'll translate some of my posts in english... not now though because of school... well hope you enjoy  -^.^-
Grazie per tutti i commenti scassosissimi. Continuerò a fare del mio meglio così continuerò a leggere commenti scassosissimi XD divertitevi!
Eccoci qua con una settimana di ritardo... l'ultimo anno delle superiori è duro quindi spero mi perdonerete. L'ultima volta la storia era rimasta un po' in sospeso e qualcuno si era lamentato quindi questa volta è una parte finita. certo è a metà di una macrosequenza ma la sequenza in sè è finita ^-^ quindi...


Chissà perché mi immaginavo un enorme spazio completamente bianco e senza pareti, al contrario gli schermi mostrarono un paesaggio composto da una enorme scogliera a picco su un mare sconosciuto con un immenso terrapieno e poi natura simile a quella delle isole tropicali… che fosse una di quelle? La mia attenzione si focalizzò sulle uniche due figure presenti sul terrapieno e le riconobbi subito: la ragazza misteriosa di poco prima e il suo… amico? Ragazzo? Fidanzato? Quanto mi infastidiva non saperlo!! Mi accorsi di non avere il tempo per preoccuparmi della loro relazione perché il combattimento stava giungendo alle note finali e lei (due spade di legno in mano) aveva appena subito un colpo alla bocca dello stomaco e indietreggiava pericolosamente verso lo strapiombo: “Shaoran… non sai fare di meglio? Mi deludi, fratellone” ansimò “Ho appena iniziato, sorellina… ” rispose beffardo lui avvicinandosi a velocità spaventosa “… dovresti saperlo” concluse sferrando una sequenza micidiale. Lei parava come poteva e indietreggiava ignara del pericolo, se fosse caduta…? Perché lei non se ne accorgeva? Perché il mistico non si rendeva conto del pericolo? Perché diavolo me ne preoccupavo?
“Arrenditi” le intimò, “Prima tu” “Te la sei cercata… ciao” le diede il colpo finale: a mano aperta, sullo sterno.
Lei cadde.
“Sha…?!?” sussurrò tendendo il braccio verso di lui.
La caduta era stata seguita da un coro di spaventato degli spettatori. Io, troppo sconvolto per per dire qualcosa, guardavo i sorrisetti del rettore e del professor Mino per poi riportare lo sguardo sulle immagini degli schermi: questi si erano divisi in due in maniera cinematografica, nella prima parte si vedeva la caduta libera di lei, nella seconda la disperazione di lui e il dolore di lui che si sporgeva dalla scogliera con il braccio teso e la mano aperta verso di lei, come se avesse potuto salvarla. Urlò il suo nome. Fu un urlo di disperazione, di dolore, di sofferenza: “NAY’AAAAAAR! NOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!”. Solo ora capivo quanto fosse profondo il loro legame.
Nella prima metà dello schermo qualcosa cambiò: Nay’ar abbracciò la caduta e si mosse per raggiungere una posizione verticale con la testa all’ingiù. La caduta si fermò all’improvviso quando sulla sua schiena si spiegò un bellissimo paio di candide ali piumate. Restò in sospensione per un millesimo di secondo, forse meno, poi, ad un loro battito, sparì; allo stesso tempo la faccia di lui si fece sorpresa e Shaoran si rialzò; la ripresa tornò unica, sul terrapieno, appena in tempo per mostrare una spada di legno gli cerchiava il collo e per sentire una voce che gli ridacchiava all’orecchio nonostante la posizione innaturale (decisamente innaturale) di una delle sue bellissime ali… la pressione doveva averla lussata…
“Ti avevo detto di arrenderti!” disse con un sorriso luminoso, “Ho vinto io, di nuovo. Eh eh!” aggiunse liberandolo dalla stretta.
Lui si girò (cominciava a sembrare un film) e cominciò: “TU!”
“Io”,
“LO SAPEVI!”
“Si”.
A questo punto si spensero i monitor si spensero, la Sfera si aprì, e i due uscirono, ancora barcollanti, mentre la discussione continuava: “LO SAPEVI E MI HAI FATTO PRENDERE QUESTO COLPO?!? HAI LA MINIMA IDEA DI COME MI SIA SENTITO? UN ASSASSINO! ECCO COSA! AVEVO IL TERRORE DI AVERTI UCCISA! PERCHE’ DIAVOLO HAI DOVUTO ASPETTARE TUTTO QUEL TEMPO PRIMA DI APRIRE LE ALI??? TI SEI ANCHE FATTA MALE! IMMAGINO FACCIA MALEO NO?”
“Calmati, Shaoran, vuoi che risponda in ordine? Allora: si, scusa,scusa, è vero ho sbagliato un po’ il tempismo e in ultimo sì, fa decisamente male, ma se tu mi avessi ascoltata invece di…” il professore la interruppe. Come osava interrompere la sua dolce voce d’angelo? Mino si schiarì la voce prima di leggere da un foglio olografico: “Ehi voi due! I vostri battibecchi possono attendere. Ecco i risultati: Capacità di assorbimento della barriera magica: 45%, stessa capacità ma della Sfera: 100%. Entità dei danni subita dalla Sfera: 82%, danni subiti dai contendenti: 85%. Voto totale dell’addestramento odierno: B+”

Mmmmh stavo pensando.... il prossimo post potrebbe essere su qualche cartone disney... che ne dite? Suggerite, suggerite!
Ciaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaooooooooooooooooooo

1 commento:

  1. Bella scena dinamica! ti fa prendere bene! Voglio vedere come va a finire! Povero Aral...

    RispondiElimina